Serie A: La Juventus vince il derby ma perde Higuain. Napoli sempre in testa

napoli3Napoli ancora una volta vittorioso e ancora una volta in testa alla classifica, nonostante la vittoria della Juventus nel derby. I bianconeri devono fare a meno di Higuain che si infortuna dopo solo un quarto d’ora dal fischio d’inizio.

In zona Champions, le parole di Spalletti tecnico dell’Inter contro la sua ex squadra e contro l’operato di Di Francesco giudicato inadeguato, alla luce del sorpasso dei giallorossi, suonano fuori luogo. Il tecnico di Certaldo, infatti, ancora una volta presta più attenzione all’avversario che alla sua squadra, al momento, disorientata e in netta difficoltà. La sconfitta contro il Genoa è solo l’ennesimo risultato negativo che rischia di allontanare i nerazzurri dalla Champions League. L’Inter continua a mostrarsi poco convincente e la Roma ne approfitta soffiandole il terzo posto. Tutto ancora da decidere in chiave salvezza.

Genoa 2-0 Inter, crisi Spalletti

Luciano Spalletti

Luciano Spalletti

L’Inter di Spalletti crolla a Marassi contro il Genoa e perde ancora punti importanti in chiave Champions League. Prima l’autogol di Ranocchia nel primo tempo, poi il gol dell’ex Pandev mettono in crisi i nerazzurri che perdono il terzo posto, conquistato dai giallorossi dopo la bella vittoria sull’Udinese, e rischiano anche il sorpasso della Lazio. Momento non facile per l’Inter che non riesce mai a mettersi in luce in questo confronto mostrando inadeguatezza sul piano fisico e tattico.

Napoli 1-0 Spal

Il Napoli vince di misura contro la Spal e si riporta al primo posto in classifica. La classifica continua a essere ballerina ma la squadra di Sarri si tiene stretta il primato aggiudicandosi altri punti importantissimi. Un gol di Allan dopo 5’ basta al Napoli per imporsi sulla Spal, i partenopei non devono fare altro se non controllare il risultato per il resto del match. Spal non pervenuta.

Torino 0-1 Juventus

juveAnche alla Juventus basta un solo gol per aggiudicarsi i tre punti, la rete di Alex Sandro al 33’ consente alla compagine di Allegri di controllare il match sino al fischio finale, anche se il Torino non resta certo a guardare.  I bianconeri meritano comunque la vittoria ma aggiudicarsi il match non basta agli uomini di Allegri per mantenersi in vetta, contro questo Napoli sembra impossibile.

Le altre gare della giornata lasciano ancora dubbi in chiave salvezza

Chievo Verona 2-1 Cagliari

Il Chievo Verona vince il secondo anticipo della giornata e conquista tre punti importanti in chiave salvezza. Giaccherini e Inglese firmano la vittoria dei padroni di casa che si portano a quota 25 punti in classifica lasciandosi alle spalle il Sassuolo a quota 23.

Bologna 2-1 Sassuolo

bolognaCon la vittoria sul Sassuolo, stabile al 16° posto, il Bologna si porta a quota 30 punti in classifica respirando aria di salvezza. La partita è combattuta e vivace sino al fischio finale, entrambe le formazioni giocano a viso aperto e cercano la vittoria dando vita ad un vero e proprio spettacolo. A sbloccare il risultato è il Bologna con Pioli (12’). Nonostante i numerosi tentativi dei rossoblù di portarsi sul doppio vantaggio però il Sassuolo riesce a pareggiare prima dello scadere della prima frazione di gioco con il gol di Babacar al 38’. Anche nella ripresa il match è divertente e ricco di occasioni, la più ghiotta è sui piedi di Pulgar che all’88’ raddoppia per il Bologna e mette la parola fine su un match bellissimo.

Benevento 3-2 Crotone

beneventoAnche Benevento e Crotone danno vita ad un match entusiasmante. Le emozioni sono immediate, al 12’ Crociata, al suo primo gol in Serie A, apre le marcature e fa esplodere il tifo calabrese. La gioia però è destinata a spegnersi, il Benevento non vuole rinunciare con troppa facilità e al 37’ pareggia con Sandro e poi ribalta il risultato con Viola (63’). La partita è davvero molto combattuta anche nella ripresa con i pitagorici che spingono sino a trovare il gol del pareggio (73’) con Benali. Il Crotone vuole chiudere la partita e coglie anche un palo con Trotta, ma la grinta della squadra di Zenga non basta e quasi allo scadere (89’) è Diabatè per il Benevento a segnare. La partita termina 3-2 in favore del Benevento che lascia aperta ancora ogni possibilità per la salvezza.   

Nella foto di copertina, Allan. Fonte: corrieredellosport.it

Scrivi