Trattati di Roma, capitale bloccata. Ecco le misure disposte dalla Questura

IMG_5763Altissima l’allerta nella capitale per domani, sabato 25 marzo, a causa delle celebrazioni per il 60esimo anno dalla firma dei Trattati di Roma. Previsto l’arrivo di circa 40 personalità tra capi di Stato, di governo e vertici Ue.

La Questura di Roma, dal momento che sono previsti anche cortei, manifestazioni e sit in, ha messo a punto un piano di sicurezza in materia di viabilità e trasporti.

Vietato il transito di automobili, pedoni e trasporto pubblico:: Area blu: creata attorno al Campidoglio e sarà delimitata da piazza Venezia, piazza Madonna di Loreto, piazza del Foro Traiano, via dei Fori Imperiali, via San Pietro in Carcere, via del Campidoglio, via del Monte Tarpeo, via e piazza della Consolazione, vico Jugario, via del Teatro Marcello, via Montanara, piazza Campitelli, via Cavalletti, via dei Delfini, via dei Polacchi, via delle Botteghe Oscure, via Celsa, piazza del Gesù, via del Plebiscito e piazza Venezia.
Area verde: delimitata da piazza San Bernardo, largo di Santa Susanna, via e piazza Barberini, via del Tritone, largo Chigi, via del Corso, via Battisti, piazza Madonna di Loreto, piazza del Foro Traiano, via Magnanapoli, via IV Novembre, largo Magnanapoli, via Nazionale, via Torino e piazza San Bernardo.
Deviazioni trasporto pubblico: con la chiusura alle 00:30 delle aree verde e blu, le prime ad essere deviate saranno le linee n3, n4, n5, n6, n7, n8, n9, n12, n15, n18, n19, n20 e n25.

Saranno disattivati i capolinea di piazza Venezia e via del Teatro Marcello, sostituiti da capolinea provvisori a piazza di Monte Savello, via Arenula e via degli Astalli. Per la mobilità nella stessa area, sarà realizzato un corridoio di circolazione tra via del Corso e via del Plebiscito e poi tra via delle Botteghe Oscure, via degli Astalli, via del Plebiscito (che sarà temporaneamente a doppio senso di marcia) e via del Corso. Poi dalle 5,30 di sabato, limitazioni, deviazioni o trasferimenti di capolinea interesseranno altre ventinove linee: C3, H, 8, 30, 40, 44, 46, 51, 60, 62, 63, 64, 70, 80, 81, 83, 85, 87, 117, 118,160,170,492, 628, 715, 716, 780, 781 e 916.

Metro: chiusa la fermata “Colosseo” della linea B e le fermate “Barberini” e “Spagna” della linea A.

Ztl: I sistemi delle zone a traffico limitato di Centro e Trastevere saranno disattivati. Le ztl notturne e diurne delle due aree saranno aperte dalla mezzanotte tra venerdì e sabato e sino alle 23,59 dello stesso 25 marzo. Dalla mezzanotte tra sabato e domenica, le Ztl notturne torneranno in funzione fino alle 3.
Cortei, manifestazioni e sit in: Dalle 11 alle 14 corteo da piazza Bocca della Verità all’Arco di Costantino, dopo aver sfilato per via dei Cerchi, piazza di Porta Capena, via di San Gregorio, via Celio Vibenna. Prevista la partecipazione di 5mila persone.

Dalle 11 alle 17 corteo da piazza Vittorio all’Arco di Costantino, dopo aver sfilato per via Emanuele Filiberto, piazza di Porta San Giovanni, via Merulana, via Labicana e via Celio Vibenna. Prevista la partecipazione di 5mila persone

Dalle 11 alle 19, da piazza dell’Esquilino a largo Corrado Ricci lungo via Cavour. Prevista la partecipazione di 5mila persone.

Dalle 14 alle 19 corteo da piazzale Ostiense a piazza Bocca della Verità, dopo aver percorso via Marmorata, via Galvani, via Luca della Robbia. piazza dell’Emporio, lungotevere Aventino. Prevista la partecipazione di 8mila persone.

Deviazioni o limitazioni coinvolgeranno, dalle 10 alle 20, le linee tramviarie 3 e 8 e poi le linee bus (in parte già modificate per le chiusure delle zone blue e verde) C3, 16, 23, 30, 44, 51, 70, 71, 75, 81, 83, 85, 87, 117, 118, 160, 170, 280, 360, 590, 628, 649, 650, 673, 714, 715, 716, 719, 769, 781 e 792.

Dalle 15 alle 19, manifestazione in piazzale Tiburtino, i bus della linea 71 provenienti dalla stazione Tiburtina, dovranno cambiare itinerario. Nella due giorni di eventi, altre manifestazioni sono programmate anche al di fuori delle zone centrali. Il previsto corteo di venerdì 24 marzo da piazza Capecelatro a largo Donaggio si è trasformato in un sit-in che si svolgerà solo in piazza Capecelatro, sempre dalle 17,30 alle 20. Entro le 15 di venerdì dovranno essere rimossi dalla piazza tutti i veicoli in sosta Sabato 25 marzo, a piazzale Tiburtino, si radunerà un altro sit-in, con circa 500 persone, dalle 15 alle 19. In questo caso è prevista la deviazione della linea 71.

Per domenica 26 marzo è invece prevista la quarta, e ultima, domenica ecologica con il divieto totale della circolazione per i veicoli dotati di motore endotermico, nella zona a traffico limitato denominata “Fascia Verde” del PGTU, (Piano Generale del Traffico Urbano) durante le fasce orarie 7.30-12.30 e 16.30-20.30.

Sono esentati dalle restrizioni: i veicoli a trazione elettrica e ibridi; i veicoli alimentati a metano e a GPL; gli autoveicoli ad accensione comandata (benzina) Euro 6, gli autoveicoli ad accensione spontanea (diesel) Euro 6, i ciclomotori a 2 ruote con motore 4 tempi Euro 2, i motocicli a 4 tempi Euro 3.

di Valeria Risi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *