Raggi: stop alla Roma “migrante”

migrantiE’ di poche ore la lettera firmata dalla Sindaca Virginia Raggi indirizzata al Prefetto di Roma Paola Basilone. La Raggi chiede una “moratoria sui nuovi arrivi” nella Capitale, affermando: “Trovo impossibile, oltre che rischioso, ipotizzare ulteriori strutture di accoglienza, peraltro di rilevante impatto e consistenza numerica sul territorio comunale”.

La situazione, legata all’immigrazione nella Capitale, è diventata insostenibile sul piano della sicurezza e della viabilità. In ogni strada o quartiere di Roma, che sia un bar o un’attività commerciale, troviamo mattina e sera immigrati che chiedono l’elemosina. Uno sfondo questo di non facile sopportazione, sia sul piano umano che civile.

La sindaca continua nella lettera:

“Chiusura dei campi rom, censimento di tutte le aree abusive e le tendopoli. Chi si dichiara senza reddito e gira con auto di lusso è fuori. Chi chiede soldi in metropolitana, magari con minorenni al seguito, è fuori. In più sarà aumentata la vigilanza nelle metro contro i borseggiatori”.

Parole necessarie, forse un po’ tardive, che dovrebbero porre interventi repentini sia da parte degli organi comunali, che delle stesse Istituzioni preposte al controllo. Il cambiamento da Roma a Milano è evidente, forse con sfumature diverse, ma con un denominatore comune: la gestione migratoria.

L’Istat, nel bilancio demografico, ci comunica che:“la popolazione residente in Italia al 31 dicembre 2016 era pari a 60.589.445 di persone, di cui più di 5milioni di cittadinanza straniera, pari all’8,3%dei residenti a livello nazionale”.

La popolazione senza cittadinanza quindi andrebbe ad aumentare questo numero. Il tasso di degrado a Termini, nel Centro storico della Capitale, e in tutta la periferia romana continua a crescere a livelli mai visti prima, generando un comune mal contento.

Se si pensa, ad esempio, agli affitti di Roma, la situazione è ancora più raccapricciante, con prezzi alti, per servizi inesistenti. E’ anche la mancanza di pulizia della Città che continua a sollevare dubbi sulla mancanza di gestione dell’amministrazione pentastellata.

Nonostante a Roma, quotidianamente, migliaia di turisti arrivano per ammirare la gloriosità dell’Impero Romano, con entrate non indifferenti, nessun miglioramento pare albeggiare.

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *