US Open: vittoria per Stanislas Wawrinka e Angelique Kerber

Us Open 2013Lo svizzero Stanislas Wawrinka ha sconfitto il numero 1 del mondo Novak Djokovic, aggiudicandosi il singolare maschile del torneo di tennis di Flushing Meadows, a New York. Non è stato nemmeno un incontro all’ultimo sangue, in quanto lo svizzero di padre tedesco-cecoslovacco ha ceduto al favorito solo il primo set al tie break (1-7, sbagliando quasi tutto) per poi concludere in 6-4, 7-5, 6-4, in 3 ore e 45’ complessive.

Astro nascente o avversario in tono minore?

wp_wawrinkaE’ la terza volta che Wawrinka conquista un torneo del Grand Slam, dopo gli Australian Open del 2014 e il Roland Garros del 2015; in tutti e tre i casi, giungendo in finale per la prima volta. Lo sconfitto Djokovic continua a veleggiare quasi indisturbato in testa alla classifica mondiale; la seconda parte dell’anno, tuttavia, con questa sconfitta e quella di luglio sull’erba di Wimbledon, lo vede in tono minore, dopo i trionfi di Melbourne e Parigi che seguivano quelli di Wimbledon e New York 2015, per una serie di quattro tornei slam consecutivi che pochissimi, nella storia del tennis, hanno potuto vantare.

Onore al merito, dunque, al nuovo astro nascente del tennis mondiale; va detto, tuttavia, che il cemento degli US Open si è sempre dimostrato particolarmente ostico per il fuoriclasse serbo, quanto meno sotto il profilo emotivo, avendovi perso ben cinque volte in finale ed essendoseli aggiudicati “solo” due volte.

Cambio della guardia nel tennis femminile

Rivoluzione, invece, nel torneo femminile. La statunitense Serena Williams, sei volte vincitrice, ha perso il primo posto della graduatoria mondiale, dopo un dominio durato ben 186 settimane. A succedergli è la tedesca Angelique Kerber, che ha battuto in finale , con il contrastato punteggio di 6-3 4-6 6-4, la ceca Carolina Pliskova, vincitrice della Williams al quarto turno.

download

E’ stato un anno trionfale, quello della Kerber che, sino all’anno scorso, era solo numero 10. Si è presentata a gennaio, vincendo gli Australian Open, il suo primo torneo slam, battendo proprio Serena, per 6-4, 3-6, 6-4. La statunitense si prese la rivincita a luglio, nella finale sull’erba di Wimbledon, dove, però, Angelique non era mai arrivata e aggiungendo, per questo motivo, altri punti al suo seeding. Battuta di arresto alle Olimpiadi di Rio, dove ha sorprendentemente perso in finale dalla israeliana Puig e al Master 1000 di Cincinnati, dove è stata sconfitta, ancora in finale, proprio dalla Pliskova. Sabato non ha affatto temuto le tremende battute della cecoslovacca (1.86 di altezza per 72 chili), replicando punto su punto e, alla fine, ottenendo la vittoria.

Italiani: Pennetta premia e Vinci si fa onore. Poi il deserto.

wp_vinci

Gli italiani e le italiane? Sono apparsi soltanto al momento della premiazione del torneo femminile, con Flavia Pennetta, vincitrice lo scorso anno e poi ritiratasi dalle gare, che ha consegnato il trofeo del torneo alla tedesca. Per il resto, il suo consorte Fabio Fognini ha perso al secondo turno dallo spagnolo Ferrer, in cinque set. Stesso risultato per il bolzanino Andreas Seppi, ma contro Nadal e in tre soli set. Buona la prova del romano Paolo Lorenzi, che è giunto al terzo turno, dove è stato eliminato dal vincitore di Wimbledon, Andy Murray e, tutto sommato, anche quella del “qualificato” Alessandro Giannessi, che si è arreso al secondo turno a Wawrinka che, come detto, ha poi vinto il torneo.

Tra le donne, assolutamente pregevole la prova di Roberta Vinci che, dopo aver sconfitto le tedesche Friedsam e Witthöft e la statunitense McHale, è stata vittima di un fastidiosissimo stiramento al polpaccio durante l’incontro, pur vittorioso, con l’ucraina Tsurenko. In queste condizioni, si è trovata a giocare, due giorni dopo, proprio contro Angelique Kerber, e ha retto solo il primo set. Le altre nostre tenniste, Errani, Giorgi, Knapp e Schiavone: tutte eliminate al primo turno, certificando che i “fasti” del tennis italiano femminile sono ormai un ricordo e nulla più.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *