Una Pasqua senza agnello

Non c’è prova più grande di resilienza di una persona, che essere vegan in una festa cattolica.
E la Pasqua è la più difficile di tutte, dal momento la resurrezione di Cristo viene rappresentata attraverso il sacrificio di un mite agnello “che toglie i peccati del mondo”.
Fortunatamente oggi sempre più aziende sono attente ai consumatori vegan (3% della popolazione italiana), così al supermercato potrete trovare diversi tipi di uova, colombe e altre prelibatezze prive di derivati animali.
Per quanto riguarda il menù tradizionale, non temere!!!!
Ne ho studiato uno privo di “sofferenza”, (vi allego pure qualche ricetta di alcuni maestri della cucina veg) che potrai condividere con chi ti sta intorno, convinta come sono che si possa perseguire sempre e comunque un percorso alimentare “compassionevole” verso ogni forma di vita.
Perché ricorda: il cambiamento inizia a tavola!

Antipasti
Insalata di mare crudista*
Asparagi gratinati al forno con tofu strapazzato alla curcuma e zenzero
Insalata di sedano, mele e granella di pistacchio
Carciofi ripieni

Ricetta dell’insalata di mare (by la cucina di monic)
▪ 1 cetriolo grande
▪ 1 avocado
▪ 1 tazza di alghe miste (o quelle che più preferite)
▪ 1 limone
▪ 1 gambo di sedano
▪ q.b prezzemolo
▪ 1 spicchio di aglio
▪ 1 pizzico di coriandolo (facoltativo)
▪ q.b pepe nero o misto

Mettete a bagno le alghe circa 5-10 minuti
Estraete la parte con i semi, e tagliate il cetriolo a rondelle di circa 1,5cm
Pelate la carota, e ricavate delle fettine sottili di circa 5 cm di lunghezza
Lavate il sedano e tagliatelo a tocchetti sottili

Tagliate a metà l’avocado ed estraete delicatamente la parte interna senza romperla, ora create dei cubetti della grandezza che preferite.
Prendete le alghe sciacquate, strizzatele bene, e tritatele grossolanamente
Tritate ora aglio e prezzemolo, aggiungete tutti gli ingredienti in una terrina, aggiungendo le spezie, il succo di limone, un pò di olio e mescolate, alla fine aggiustate di sale

Primi
Lasagne di carciofi*
Risotto carnaroli agli asparagi
Agnolotti caserecci al brasato di seitan al sugo d’arrosto

Lasagne di carciofi (by vero vegan)
Ingredienti per 4 persone:
8 sfoglie di lasagne (per farla di 4 strati)
5 carciofi
3 spicchi di aglio
prezzemolo q.b.
1 bicchiere di vino bianco
sale marino integrale
formaggio Primavera grattugiato di iVegan
formaggio vegan ilVeganino di iVegan
per la besciamella
1 litro di latte di soia non zuccherato
100 gr di farina tipo 1
mezza tazza di formaggio Primavera grattugiato iVegan
100 gr di olio EVO
sale marino integrale
noce moscata
Procedimento:
Puliteli i carciofi bene privandoli della punta e delle foglie esterne. Farne Fatene 4 spicchi e togliete la “peluria”, il gambo e la parte esterna più fibrosa e la parte finale che è la più dura. Man mano che li pulite metteteli a mollo in una ciotola con il succo di mezzo limone spremuto per non farli annerire.
Sciacquate velocemente e metteteli a cuocere in una pentola a pressione. Fate un soffritto con olio e aglio e mettete i carciofi a insaporirsi per qualche minuto. Aggiungete sale, prezzemolo e vino bianco facendolo sfumare. Una volta sfumato, aggiungete 2-3 cucchiai di acqua e chiudete la pentola a pressione.

Riduceteli in crema.
Besciamella: in un pentolino mettete l’olio (circa 100gr, fate scaldare e aggiungete circa 100gr di farina con il setaccio, piano piano. Mescolate bene per non far formare grumi, possibilmente usando una frusta. Si formerà una cremina abbastanza densa. Aggiungete il latte di soia (non zuccherato mi raccomando) e fate andare a fuoco abbastanza sostenuto continuando a mescolare fino a che non avrà raggiunto la consistenza che desiderate. Vi consiglio di lasciarla abbastanza liquida in quanto poi si addenserà ulteriormente nel forno. Aggiungete mezza tazza di Primavera grattugiato di iVegan e mescolate bene per far sciogliere il formaggio. Aggiungete infine il sale e la noce moscata.
Farcite le lasagne: sul fondo della teglia mettete uno strato di besciamella e le sfoglie di lasagna. Copritele poi con un abbondante strato di altra besciamella e i carciofi. Date poi una bella spolverata di formaggio grattugiato Primavera di iVegan e ricominciate, facendo il secondo strato di lasagne e così via. Nell’ultimo si può aggiungere oltre al formaggio grattugiato anche qualche fettina di formaggio ilVeganino di iVegan per farla ancora più formaggiosa e cremosa
Infornate a 180° per circa 30 minuti.

Secondi

Grigliata mista di proteine vegetali e verdure (filetto di lupino, arrosticini, tofu marinato, tempeh al rosmarino)

Arrosto di seitan con funghi e salsa di lamponi (by nota dolce)
L’arrosto viene accompagnato da funghi in padella, opportunamente aromatizzati. A dare il tocco finale è la salsa di lamponi, che dà la giusta nota di acidità, dolcezza e cremosità al piatto, completandolo in maniera eccelsa!

Ingredienti (per 4 persone)
Per l’arrosto:
▪ 200 g di glutine
▪ 100 g di farina di ceci
▪ 2 cucchiaini rasi di sale
▪ 2 cucchiaini di lievito alimentare in scaglie
▪ 1 pizzico di aglio in polvere
▪ 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
▪ 2 cucchiaini di paprika dolce
▪ acqua q.b.
▪ pepe
Per i funghi:
▪ 300 g di funghi champignon (oppure funghi misti)
▪ 1 cipolla
▪ 2 spicchi d’aglio
▪ 1 rametti di rosmarino
▪ 4 rametti di timo
▪ 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
▪ 1 bicchiere di vino rosso
▪ sale
▪ pepe
Per la salsa:
▪ 100 g di lamponi
▪ 200 ml di acqua
▪ 2 cucchiai di aceto balsamico
▪ 2 cucchiaini di zucchero
▪ 2 cucchiaini di fecola
▪ sale
▪ pepe

Procedimento
1. Cominciate la preparazione impastando tutti gli ingredienti per l’arrosto: potete farlo a mano, oppure in pochi minuti con un robot da cucina. Prendete l’impasto, modellatelo dandogli una forma cilindrica, poi avvolgetelo in un foglio di carta forno come una caramella. Prendete un foglio di alluminio e avvolgete nuovamente intorno, chiudendolo bene.
2. In una pentola grande abbastanza a contenere l’arrosto versate acqua e portatela a bollore. Ponete quindi l’arrosto nella pentola e lasciate cuocere a fiamma media per mezz’ora. Se durante la cottura l’alluminio dovesse annerirsi non preoccupatevi, è normale che faccia così.
3. Mentre l’arrosto cuoce potete dedicarvi alla preparazione della salsa: in un pentolino ponete i lamponi puliti, 100 ml di acqua, l’aceto balsamico, sale e pepe e cuocete a fiamma dolce. Con la cottura i lamponi cominceranno a sfaldarsi rilasciando il loro succo. In una ciotolina versate i restanti 100 ml di acqua – che dovrà essere fredda – e scioglietevi la fecola. Versate il tutto nella pentola dei lamponi: brevemente vedrete il composto addensarsi, basta meno di un minuto. Toglietelo dal fuoco, tenete anche conto che raffreddandosi diventerà molto più denso. Filtrate quindi con un setaccio la salsa di lamponi per eliminare i semi e renderla più omogenea. Mettete da parte.
4. Quando l’arrosto è cotto scolatelo e rimuovete l’allumino e la carta forno. Pulite i funghi e affettateli. Tritate la cipolla.
5. In una casseruola bassa e larga a sufficienza per contenere l’arrosto versate 3 cucchiai di olio insieme allla cipolla al rosmarino, al timo e agli spicchi d’aglio schiacciati. Scaldate e quando la cipolla appare traslucida ponete l’arrosto e fatelo insaporire uniformemente. Rimuovete l’aglio e sfumate con il vino rosso, quindi versate i funghi (lasciando l’arrosto nella pentola). Conditeli con sale e pepe e fateli cuocere fino che la loro acqua non sarà evaporata.
6. Prelevate l’arrosto e collocatelo su un piatto da portata circondato dai funghi. Servitelo nei piatti caldo tagliato a fette, unite i funghi e completate irrorando con la salsa di lamponi.

Dessert
Pastiera Napoletana (by veganogourmand)
Concludiamo con una delle regine della tavola pasquale: la pastiera napoletana, un dolce del quale difficilmente possiamo fare a meno.
Nella versione vegan, la ricotta sarà composta da mandorle, anacardi e latte di mandorla. Come da tradizione, quindi, sarà questo composto ad essere unito a grano cotto, zucchero, scorza di limone, acqua di fiori d’arancio e per finire canditi o uvetta a piacimento.

Ingredienti

per la Pasta Frolla
100 g Farina integrale
100 g Farina di mandorle
60 g Zucchero di canna
70 ml Olio di girasole spremuto a freddo
30 ml Latte di soia
1 limone Scorza di
per la Farcia
200 g Mandorle
200 g Anacardi
450 g Grano cotto
1 limone Scorza di
100 g Zucchero di canna
5 gocce Acqua di fiori d’arancio
50 ml Latte di mandorla
Opzionali Canditi e uvette

1) Mettete a bagno gli anacardi e le mandorle la sera prima.
2) Preparate la pasta frolla mescolando prima la farina integrale con la farina di mandorle. Aggiungete l’olio di girasole e sgranate la farina, poi unite lo zucchero e infine il latte di soia. Formate una palla di impasto e avvolgetela in della pellicola trasparente, che metterete a riposo per 20 minuti in frigo.
3) Frullate le mandorle e gli anacardi scolati, assieme al latte di mandorla, fino ad ottenere una “ricotta vegan”.
In una boule, lavorate la ricotta appena ottenuta con il grano cotto, lo zucchero, la scorza del limone e l’acqua di fiori d’arancio.
A questo punto, se volete, potete aggiungere i canditi e le uvette.
4) Con un mattarello stendete la pasta frolla fino ad una sfoglia sottile 5mm, larga un po più della teglia in cui cuocerete la pastiera (noi abbiamo usato una teglia da crostata di 21cm di diametro).
Adagiate la sfoglia nella teglia fino a coprirla; fatela appoggiare ai bordi e tagliate le estremità in eccesso.
5) Riempite la frolla con la crema di grano e “ricotta vegan” che avete appena preparato facendo attenzione a distribuirla uniformemente in tutta la teglia.
Decorare e infornare
6) Con la pasta frolla in avanzo, formate le tipiche striscioline che adagerete ad intreccio sulla pastiera, quindi chiudete i bordi e infornate a 180°C per 60min.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.