Street Art: a Roma un moderno Museo Metropolitano

murales1Capita sempre più frequentemente, passeggiando per i quartieri di Roma, di trovarsi di fronte a veri e propri capolavori di quella che è comunemente chiamata Street Art!

Parliamo di quel fenomeno che discende dal graffitismo sviluppatosi tra il 1940 ed il 1960 negli Stati Uniti d’America, modificatosi ulteriormente verso il concetto di murales (dipinti su muro) negli anni ’80.

Sono lontani i tempi in cui i ‘Writers’ erano considerati dei fuorilegge e incorrevano spesso in conseguenze a livello penale. Oggi i partner riconosciuti di questo genere di artisti, italiani od internazionali di ogni età, si chiamano Roma Capitale, ATER (l’Istituto per l’Edilizia Popolare) e gli stessi Comitati di Quartiere.

murales2In particolare nelle borgate, nelle periferie, la Street Art va ad abbellire e arricchire edifici non pregiati e poveri di colori.

A Roma sono circa 300 le opere già disponibili e più di 150 le strade che le ospitano!
Alcuni deli esperti iniziano a chiamare questo insieme di dipinti come il 25° Museo Civico di Roma.

I moderni Murales non si prefiggono di dare visibilità all’autore che li realizza ma vogliono integrarsi al meglio nel contesto in cui vengono inseriti.

Gli esempi più noti sono a Testaccio, Tor Marancia, Quadraro, Ostiense ma anche in alcune periferie come San Basilio e Primavalle.

Le foto che accompagnano questo articolo sono essenzialmente riferite ad opere dipinte ad Ostiense (Via del Porto Fluviale), Via Della Pineta Sacchetti e tra i lotti delle case Popolari del Quartiere di Primavalle.

murales3Diversi sono i significati che gli artisti intendono dare alle loro creazioni: dall’omaggio ai miti del Cinema Italiano (Anna Magnani e Gian Maria Volontè a Primavalle), al surrealismo spinto (Ostiense) o mirate al legame con gli usi e costumi del passato, alle tradizioni della Borgata come nel caso della Pineta Sacchetti (l’antica pianta della zona, la creatività degli artigiani di un tempo, la mamma che allatta il suo bimbo, l’uso della amata bicicletta più che delle moderne auto).

Ognuna di queste opere ci lascia stupiti, inondando la città di colori ed emozioni.

Bello vedere le persone rallentare il passo e veloce dei nostri tempi per ammirare la grandezza e la fantasia di questi Artisti!

di Claudio Colis

FullSizeRender-06-05-17-11-27-1FullSizeRender-06-05-17-11-27-2FullSizeRender-06-05-17-11-31-1FullSizeRender-06-05-17-11-31-2FullSizeRender-06-05-17-11-31FullSizeRender-06-05-17-11-27IMG_1078-06-05-17-11-27 FullSizeRender-06-05-17-11-31-3FullSizeRender-06-05-17-11-31-4

Foto di Claudio Colis 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *