Serie A: Spalletti vince a Roma in rimonta

IMG_7580Nella partita più attesa della seconda giornata del campionato di Serie A è l’Inter di Spalletti a portare a casa i tre punti. Dopo il lungo e avvelenato addio il tecnico di Certaldo rivede l’Olimpico e la Roma dopo una seconda e travagliata avventura e un po’ a sorpresa, per quanto visto sul terreno di gioco, gioca un brutto tiro alla sua ex squadra soffiandole la vittoria.

L’Inter parte in sordina ma poi ribalta il risultato e si aggiudica la vittoria

La partita è subito divertente, sin dai primi minuti con Fazio vicinissimo al gol dopo 4’. I nerazzurri corrono qualche pericolo in avvio e anche se ben messi sul terreno di gioco soffrono il gioco veloce dei giallorossi ancora vicini al gol del vantaggio con Kolarov (14’) che coglie il palo. La Roma insiste e poco dopo, con uno stop elegante e un tiro di precisione, Dzeko (15’) regala ai suoi il vantaggio. I giallorossi continuano ad attaccare e l’Inter di Spalletti si riorganizza, il risultato è un match vivace e divertentissimi con continui capovolgimenti di fronte soprattutto in favore della Roma che già in avvio è più minacciosa mentre l’Inter stenta a venire fuori rendendosi pericolosa sono raramente e consentendo ai giallorossi di gestire con facilità il vantaggio, anche se la squadra di Di Francesco non si accontenta e punta a chiudere il match già nel primo tempo creando numerosi occasioni da gol. A sfiorare il raddoppio dopo un’azione bella e rapida è Nainggolan (39’) con una rasoiata che si stampa sul palo, il secondo per i giallorossi che dominano la prima frazione di gioco. Nel finale Icardi (42’) prova la conclusione a sorpresa ma Alisson risponde con grande personalità.

Nel primo tempo l’assetto tattico imposto da Di Francesco ha la meglio su quello di Spalletti alla guida di un Inter troppo lenta e con una visione di gioco statica e prevedibile.

Nella ripresa l’Inter rimonta e vince il match

Anche in avvio ripresa è la Roma a fare la partita costruendo buon gioco grazie soprattutto a Nainggolan e Kolarov sempre aggressivi e pronti ad avanzare e supportare la squadra con grande sicurezza e determinazione, mentre l’Inter continua ad essere assente e macchinosa nella gestione del pallone opponendo poca resistenza. Al 56’ non bastano le proteste della Roma per il duro fallo di Skriniar ai danni di Perotti, il calcio di rigore è netto ma l’arbitro non ha alcun dubbio e non chiama in causa il VAR si può continuare a giocare è tutto regolare.

Delusione a parte per la mancata segnalazione la squadra di Di Francesco non lascia niente al caso continua a lottare e al 64’ Perotti coglie il terzo clamoroso palo, l’ennesima dimostrazione della superiorità della Roma sfortunatissima anche in questa occasione. Ma il gioco del calcio è strano si sa e dopo aver domina il match al 66’ arriva la beffa per i giallorossi con il clamoroso e inaspettato pareggio di Icardi.

IMG_7581La Roma non si arrende e solo l’intervento di Dalbert sulla linea salva i nerazzurri dal gol di El Shaarawy ma se è vero che ad ogni gol sbagliato corrisponde un gol subito per la Roma si mette male e accade proprio questo. Il pareggio sveglia l’Inter assopita per gran parte del match, in questa fase la squadra di Spalletti gioca con maggior sicurezza e cerca il raddoppio. La Roma non è comunque da meno e prima con l’onnipresente Nainggolan poi con Perotti mette i brividi alla difesa nerazzurra.

La Roma gioca bene ma spreca tanto e l’Inter ne approfitta con il raddoppio inaspettato di Icardi (77’) che opera il sorpasso. Nainggolan continua a tenere i suoi a galla sfiorando ancora il gol ma la porta sembra maledetta e ancora una volta è l’Inter ad approfittarne siglando il gol del definitivo tre zero con Vecino, gol che chiude la partita con l’incredibile rimonta dei nerazzurri.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *