Serie A: Napoli e Inter pareggiano. Vincono Roma e Juventus

asromaIl Napoli non brilla contro il Chievo Verona mettendo a rischio la vetta della classifica. Se da un lato l’Inter non preoccupa i partenopei perché fermarti da un pareggio, a preoccupare adesso è la Juventus che, con la vittoria sul Benevento, si porta a meno uno dalla vetta della classifica.

Bologna 2-3 Crotone

Allo Stadio Dall’Ara, Bologna e Crotone mettono in scena un vero e proprio spettacolo. La squadra di Nicola ottiene la seconda vittoria consecutiva contro un ottimo Bologna che domina la prima parte del match sbloccando il risultato, al 39’, con una splendida punizione di Verde che sorvola la barriera e si infila in rete. Il Crotone comunque non è mai arrendevole e al 42’ con Budimir riporta il risultato in parità. Le emozioni non finiscono qui e allo scadere del primo tempo (45+1) ancora una volta Verde, sempre con una punizione magistrale, cambia il risultato (2-1) in favore dei padroni di casa. Il match è comunque lontano dalla conclusione e nella ripresa è il Crotone a ribaltare partita e punteggio: prima il calcio di rigore concesso a Trotta (69’) dopo aver consultato il VAR, poi la doppietta di Budimir (70’) consentono al Crotone di conquistare tre punti importantissimi in ottica salvezza.

Genoa 0-2 Sampdoria

La Sampdoria si aggiudica il derby della lanterna senza subire gol. Con un gol per tempo i blucerchiati si aggiudicano l’ambito derby e si portano ad un punto dalla Roma. L’agonismo è alle stelle sin dalle battute iniziali e dopo una piccola fase di studio la Sampdoria sale in cattedra mostrando un gioco superiore a quello dei rivali. Le maggiori qualità si manifestano soprattutto con il gol che sblocca il risultato: al 24’ Ramirez addormenta la difesa avversaria e buca la rete. La reazione del Genoa in realtà è immediata e pericolosissima, si avvicina al pareggio poco dopo (30’) con la sfortunata traversa di Rosi. Le occasioni continuano ad essere tante anche nella ripresa ma il tempo peggiora per la pioggia e il gioco diventa più pesante e meno sciolto. I padroni di casa tentano di recuperare lo svantaggio ma la Sampdoria contiene senza correre troppi pericoli e riesce addirittura a raddoppiare nel finale (84’) con il gol del 2-0 di Quagliarella.

Inter 1–1 Torino

torino inter 1-1-Il primo tempo tra Inter e Torino è estremamente equilibrato. Entrambe le formazioni creano non pochi pericoli sotto porta rendendo il match divertente, ma il risultato non si sblocca. Il match è vivace anche nella ripresa con entrambe le formazioni in cerca del gol, ad avere il colpo vincente però è il Torino (60’) con Iago Falque che fa tutto da solo, si accentra e trafigge il portiere. Dopo il gol subito l’Inter cambia, attacca gli spazi con maggior grinta e riesce a pareggiare, dopo i numerosi tentativi, al 79’ con Eder. È sempre Eder a rendersi pericolosissimo poco dopo ma Sirigu salva con un grande intervento. I nerazzurri vogliono la vittoria e sono vicini al raddoppio al minuto 88’ con la clamorosa traversa, il pallone si stampa all’incrocio dei pali, dell’ex Vecino. La partita è divertente e intensa sino al fischio finale ma si va oltre il pari. Il match tra Inter e Torino termina 1-1.

Cagliari 2-1 Hellas Verona

Il Cagliari torna alla vittoria contro l’Hellas Verona. Per i padroni di casa il match inizia in salita con il gol di Zuculini dopo appena 6’. Non passa molto e per il Cagliari si presenta una occasione d’oro, un calcio di rigore per ristabilire la parità ma Cigarini sbaglia clamorosamente. I rossoblù subiscono il colpo ma si riprendono rapidamente e al 28’ con Cappitelli pareggiano. Nella ripresa il match sembra equilibrato con un giusto pareggio, ma al minuto 85’ Faragò ruba palla a Suprayen e sigla il gol dell’inaspettato 2-1 che vale la vittoria.

Chievo Verona 0 -0 Napoli

parinapoliNel primo tempo Chievo Verona e Napoli non vanno oltre il pari a reti inviolate. I partenopei faticano ad alzare i ritmi e ad impostare il gioco grazie al Chievo Verona che tiene davvero bene il campo non correndo grandi pericoli. Anche nella ripresa il risultato non cambia, il Chievo continua a difendersi e contiene il Napoli, poco lucido e reattivo. Nonostante il pareggio la squadra di Sarri conserva la vetta solitaria ma adesso anche la Juventus è più vicina ad una sola lunghezza.

Fiorentina 2-4 Roma

Il tempo non promette bene ma si gioca e al 4’ Gerson, con un assist perfetto di El Shaarawy, trova il suo primo gol in campionato. La Roma interpreta meglio il match in avvio ma la Fiorentina c’è ed è combattiva pareggiando poco dopo con Veretout. Partita subito entusiasmante con due gol in 9’. I ritmi sono elevati con entrambe le formazioni pericolosissime, al 20’ Sportiello salva sul gran tiro ravvicinato e a botta sicura di Dzeko. Un continuo botta e risposta, sotto la pioggia, per un primo tempo esuberante e spettacolare con la prima doppietta di Gerson (30’). I padroni di casa continuano comunque il loro gioco e trovano il gol del pareggio con Simeone (38’), con un preciso e perfetto colpo di testa al volo. Non contenta la Fiorentina è vicina al terzo gol, ma l’intervento di Alisson che devia sul palo il tentativo di Chiesa,  lascia invariato il risultato. Roma rimontata due volte nel primo tempo. Nella ripresa la Roma è per la terza volta in vantaggio con Manolas (49’). I giallorossi adesso vogliono chiudere il match e si rendono pericolosi con Dzeko e Kolarov preoccupando non poco la viola. Il match è meno intenso anche se entrambe le squadre sono sempre in cerca del gol, la Roma per chiudere i giochi e la Fiorentina per riaprirli. Ad avere la meglio è la Roma con un gran bel colpo di Perotti che sigla il 2-4 al 42’, sfiorando il quinto gol in un paio di occasioni ravvicinate. Gara bella e intensa tra Roma e Fiorentina, combattuta sino al fischio finale.

Juventus 2-1 Benevento

benevjuventusUn po’ a sorpresa, al 18’, il Benevento con Ciceretti, direttamente su calcio di punizione, si porta in vantaggio. Ad andare vicina al gol del vantaggio, in avvio, è la Juventus con lo sfortunato palo di Douglas Costa (13’) che poco dopo (15’) si ripete con una clamorosa traversa. Se la Juventus non segna lo fa il Benevento e nonostante i numerosi e pericolosissimi tentativi di Dybala, la prima frazione di gioco termina con il vantaggio degli stregoni. Il pareggio dei bianconeri arriva solo nella ripresa (56’) con Higuain. Dopo il gol la Juventus gioca per vincere e al 66’ chiude i giochi con Cuadrado. Partita inaspettatamente più complicata per i bianconeri che riescono comunque a vincere con l’ultima della classe.

Lazio – Udinese: Rinviata per avverse condizioni climatiche

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *