Serie A: Milan e Torino non vanno oltre il pari. Vincono Crotone, Fiorentina e Atalanta

atalantaSe Milan e Torino, nei rispettivi match, non vanno oltre il pari, a movimentare la domenica calcistica è l’Atalanta che con una goleada supera facilmente il Genoa. Vittoria importante anche per il Crotone che continua a sperare nella salvezza grazie a passi falsi di Palermo ed Empoli, e al pareggio del Pescara contro il Milan.

Ad aprire la domenica calcistica è il lunch match Torino-Udinese terminato con un pareggio.

Torino 2-2 Udinese

Entrambe le squadre giocano a viso aperto e creano pericoli che rendono il match vivo e divertente, a mancare nel primo tempo è solo il gol. Le opportunità più chiare e pericolose sono del Torino: al 41’ Belotti con un gran colpo di testa trova la traversa e al 42’, sempre sugli sviluppi di un calcio d’angolo è Rossettini a rendersi pericoloso e ad essere fermato dal palo. torinoDopo le due clamorose occasioni per il Torino è l’Udinese, a inizio ripresa, ad andare in gol con Jankto che, dopo aver rubato palla sul rinvio errato di Rossettini, con un sinistro violento manda il pallone sotto l’incrocio dei pali. Il Torino è stordito dopo lo svantaggio e fatica ad organizzare una reazione degna di nota. Ben presto però il ritmo cambia, i padroni di casa non si arrendono e provano a risalire con grinta, dopo un primo tentativo (63’) Belotti (67’) centra la terza traversa. La disperazione è evidente e gli ospiti ne approfittano raddoppiando con Perica (68’). Al Torino però basta poco per accorciare le distanze, 70’, finalmente l’ennesima azione porta risultato e Moretti segna il gol dell’1-2. Con la gara ormai chiusa il Torino raggruppa le forze e al minuto 83’ trova il meritato pareggio con Belotti che, di testa, manda il pallone all’incrocio dei pali. Il Torino adesso crede nella rimonta e vuole vincere ma il gol annullato a Belotti (47’) per dubbio fuorigioco pone fine al match e alle speranze del Torino che deve accontentarsi del pareggio (2-2).

ChievoVerona 1-2 Crotone

ChievoVerona pericolosissimo in avvio, a salvare il risultato è Cordaz sempre attento e pronto a far risalire i calabresi che trovano qualche corridoio interessante con il solito Falcinelli. Dopo un avvio più incisivo il Chievo è chiamato più volte a indietreggiare per difendersi dai ripetuti attacchi del Crotone più volte vicino al gol con Falcinelli. Primo tempo interessante per entrambe le formazioni vicine al gol in diverse occasioni. Il Crotone riparte alla grande e al 51’ Ferrari, con un preciso colpo di testa, sblocca il risultato per il Crotone che, poco dopo, si vede annullare un gol per fuorigioco. Regolare invece è il gol di Pellissier al 57’ per il pareggio del ChievoVerona. Poco dopo è ancora il Chievo in attacco ma il tiro di Castro si spegne sul palo. La partita è ancora aperta e al minuto 82’ è lo strepitoso Falcinelli a chiuderla con il gol dell’1-2.

Fiorentina 1-0 Bologna

fiorentinaLa Fiorentina prende subito le redini del gioco, detta i tempi e il Bologna si limita ad osservare. Nonostante il possesso palla e il buon gioco, però, la Fiorentina non riesce a sbloccare il risultato. Il primo tempo non regala particolari emozioni e, a parte qualche buona iniziativa dei padroni di casa, si vede ben poco in questo match. Il film della partita non cambia neppure nella ripresa è sempre la Fiorentina a gestire il gioco e ciò che cambia è il risultato, un gol di Babacar (51’) concretizza il dominio viola. Il Bologna tenta il tutto per tutto nel finale ma non riesce a riaprire il match, anzi a creare il pericolo maggiore è ancora la Fiorentina (78’) con Saponara ma Mirante si oppone e il match termina 1-0.

Genoa 0-5 Atalanta

Sono gli ospiti a fare la partita sin dalle battute iniziali, l’Atalanta infatti dopo un primo tentativo (15’) a vuoto di Kessiè, si porta in vantaggio al 25’ con Conti e poi raddoppia (32’) con Gomez su calcio di rigore. Il Genoa fa fatica a contrastare il dominio dell’avversario anche nella ripresa e, dopo l’espulsione di Pinilla per doppia ammonizione, subisce il terzo gol, doppietta di Gomez. L’Atalanta è inarrestabile e al 76’ Caldara sigla il gol del 4-0. Il Genoa reagisce con Izzo ma ad andare in gol è ancora l’Atalanta con la bella tripletta di Gomez (83’) per il definitivo 5-0.

Pescara 1-1 Milan

milanIl Milan parte bene ma un errore di Paletta e Donnarumma (12’) rischia di compromettere il match: il difensore rossonero con un retropassaggio sorprende Donnarumma ed è autore di una clamorosa autorete. Tuttavia, dopo numerose occasioni sprecate, il Milan riesce, con un rimpallo favorevole, a pareggiare con Pasalic (41’). Nella ripresa il Milan è subito più aggressivo ed è vicino al raddoppio in due occasioni ravvicinate ma il Pescara non molla e nei minuti finali crea buone occasioni senza concretizzare. Anche i rossoneri provano a chiudere il match sul 2-1 ma non riescono a superare i padroni di casa e si accontentano di pareggio 1-1.

Palermo 1-3 Cagliari

In avvio le occasioni e le emozioni sono poche, il match è tatticamente bloccato e le conclusioni sono rare e mai pericolose. Il match si accende solo al 21’ con il gran tiro a botta sicura di Nestorovski, bloccato dall’ottimo intervento di Rafael. I padroni di casa continuano a spingere e si mostrano più aggressivi raggiungendo al 26’ il meritato vantaggio con Gonzalez. Dopo il gol subito il Cagliari alza la testa e crea due importanti occasioni con Borriello e Sau che non trovano lo specchio della porta. A creare le occasioni più pericolose nel primo tempo è sempre il Palermo che al 42’ coglie anche il palo con Chochev, anche se la deviazione decisiva è di Rafael. Nei minuti finali del primo tempo la partita è sicuramente più vivace ma il Palermo termina meritatamente in vantaggio. Nella ripresa il Cagliari recupera immediatamente (48’) lo svantaggio con Ionita, un gol che dà la carica agli ospiti che adesso attaccano con maggior sicurezza. Il buon momento del Cagliari si palesa al 68’ con il raddoppio ad opera di Borriello. Nella ripresa la partita cambia, il Palermo non riesce a tenere i ritmi del Cagliari che all’89’ chiude definitivamente i giochi con la doppietta di Ionita (1-3).

fonte foto: eurosport.com

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *