Serie A: domenica pomeriggio all’insegna del divertimento

romabolognaLa Roma batte il Bologna e mantiene invariato il distacco in classifica dalla capolista Juventus. Bella vittoria anche del Crotone che, un po’ a sorpresa, supera l’Inter. Il Milan cala il poker e continua a sperare. Vincono anche Torino e Udinese, mentre Sampdoria e Fiorentina si fermano al pari.

Sampdoria 2-2 Fiorentina

Il lunch match tra Sampdoria e Fiorentina è divertente sin dalle battute iniziali. Al 4’, infatti, Fernandes apre le marcature con un destro violento che si infila sotto l’incrocio dei pali. Il vantaggio della Sampdoria non spegne l’entusiasmo della Fiorentina che prova a recuperare ma subisce la vivacità dei blucerchiati. Nella ripresa è la Fiorentina a fare subito la partita e, dopo il palo colpito da Tello, arriva il tanto cercato pareggio (58’) con Gonzalo. La partita è ancora vivace e divertente e a sfruttare al meglio uno dei tanti capovolgimenti di fronte è la Sampdoria che al 70’ con Alvarez trova il raddoppio. La Fiorentina risponde subito con Kalinic ma è sfortunato e coglie il secondo palo. La partita non finisce qui e raccogliendo le ultime forze, al minuto 88’, Babacar regala il meritato pareggio, dopo una splendida e sorprendente partita.

Bologna 0-3 Roma

I ritmi non sono elevati ma entrambe le squadre giocano a viso aperto e si contendono il primo gol. La Roma attacca con continuità in avvio ma perde l’appuntamento con il gol e concede al Bologna troppe ripartenze spesso pericolose. Il match si sblocca solo al 25’ con Fazio che, sugli sviluppi di un corner, sorprende tutti e manda il pallone in rete. La partita non cambia molto, il Bologna fa il suo gioco e la Roma cerca e trova con maggior fortuna il raddoppio: (41’) dopo una bella azione corale, Dzeko serve di prima Salah che con un pallonetto salta la difesa e poi Mirante. Nella ripresa parte subito bene il Bologna che è vicino a riaprire il match ma è fermato dal palo interno. A cambiare ancora il risultato, poco dopo però, è ancora la Roma che con un perfetto uno-due Perotti-Dzeko, innescato da Salah, segna il 3-0, la rete è del bosniaco. Nonostante qualche momento di difficoltà per il buon gioco del Bologna la Roma si aggiudica i tre punti e continua a sognare inseguendo la capolista Juventus.

Cagliari 1-3 Torino

torinoBel primo tempo tra Cagliari e Torino. I padroni di casa si portano in vantaggio al 19’ con il calcio di rigore eseguito da Borriello, Hart intuisce e sfiora il pallone ma non trattiene. Il Torino pareggia (34’) con il gran tiro Ljajic e raddoppia la gioia poco dopo (39’) con Belotti che completa la rimonta nel primo tempo. Nella ripresa è ancora il Torino ad andare in gol (54’) con il tiro violento dal limite di Acquah. Un 3-1 in rimonta che fa gioire il Torino.

Crotone 2-1 Inter

Ottimo primo tempo del Crotone che con la doppietta di Falcinelli annienta l’Inter: il primo gol arriva al 18’ su calcio di rigore (fallo di mano di Medel) e il raddoppio poco dopo (22’). L’Inter sembra sottotono e i calabresi ne approfittano gestendo al meglio il doppio vantaggio. Nella ripresa i nerazzurri creano qualche azione interessante ma la difesa del Crotone è perfetta sino al 65’ quando arriva il gol di D’Ambrosio che riapre il match. Crotone e Inter continuano a lottare, anche se i ritmi non sono alti, ma sono i calabresi a conquistare una importante quanto meritata vittoria che dà ancora qualche speranza per la salvezza.

Milan 4-0 Palermo

milanBuon avvio del Milan che dopo 6’ trova il vantaggio direttamente su punizione con Suso. Il Milan controlla bene il match e, senza trovare una opposizione aggressiva da parte del Palermo, trova il raddoppio, al 19’, con Pasalic. Gli ospiti faticano a riorganizzarsi e i rossoneri ne approfittano (37’) mandando in rete anche Bacca per il 3-0. Anche nella ripresa non cambia molto, c’è qualche occasione pericolosa da una parte e dall’altra ma ad andare in gol è ancora il Milan, questa volta con Deulofeu (70’) per il poker. I rossoneri con il minimo sforzo battono un addormentato Palermo.

Udinese 3-0 Genoa

Il primo tempo è dell’Udinese, i bianconeri dopo il vantaggio (20’) di De Paul che la mette nell’angolino, raddoppiano (31’) poco dopo con Zapata, sugli sviluppi di un corner. Il Genoa non riesce a reagire al doppio vantaggio grazie anche all’ottima difesa bianconera. Nella ripresa riparte subito forte l’Udinese che con una clamorosa papera di Rubinho (49’) si trova sul 3-0, un autogol che chiude il match. Il Genoa non riesce a ritrovarsi e i padroni di casa chiudono la partita con 3 gol e 3 punti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *