Scudetto rinviato. La Roma batte la Juventus e si riprende il 2° posto

romaCon una partita strepitosa la Roma rimanda la festa scudetto della Juventus e si riprende il secondo posto.

La partita

La Roma deve vincere per riportarsi al secondo posto e interpreta il match subito in quest’ottica attaccando, in avvio, con grande ritmo e aggressività posizionandosi nella metà campo bianconera. Il buon possesso palla consente ai giallorossi di organizzare con tranquillità la manovra offensiva ma la Juventus recupera subito campo e al 6’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo approfittando di una pericolosa mischia in area, Asamoah coglie il palo. Primo brivido per la Roma che deve ricompattarsi. L’intensità di gioco è elevata, alla Juventus basta un punto per festeggiare lo scudetto ma la Roma è tenuta a vincere per riconquistare il secondo posto e lotta con grande caparbietà per raggiungere l’obiettivo rendendosi pericolosissima con due calci d’angolo ravvicinati ma, con un po’ di sorpresa per quanto visto sino a questo momento sul terreno di gioco, è la Juventus a portarsi in vantaggio, al secondo tentativo, al 21’ con Lemina servito da Higuain con precisione chirurgica. La Roma non concede molto tempo agli ospiti per festeggiare e dopo un batti e ribatti in area tra Manolas, Buffon e De Rossi, il centrocampista giallorosso pareggia al 25’.

roma1Primo tempo strabiliante tra Roma e Juventus già a segno, un gol per parte, nei primi 25’. Le squadre non danno segni di cedimento, i ritmi continuano ad essere elevati e dopo la grande occasione di Higuain fermato da Szczesny è Buffon a negare il raddoppio a Salah ed El Shaarawy. Termina così, in parità un primo tempo bellissimo ed entusiasmante.

roma2La Roma, un po’ come nel primo tempo, è particolarmente vivace e aggressiva in avvio ripresa ma i numerosi falli spezzettano il gioco e i ritmi. I giallorossi non demordono e con un guizzo favoloso di El Shaarawy trovano il meritato vantaggio, complice un leggero tocco di Lichtsteiner che conferisce alla sfera una splendida traiettoria a giro (56’). La gara sul 2-1 resta spettacolare e a fare la partita è sempre la Roma scatenata questa sera sotto gli occhi un po’ increduli dei suoi tifosi, ai quali regala un altro strepitoso gol con Nainggolan, sempre e immancabilmente tra i migliori in campo, che di potenza trafigge Buffon per il 3-1 (65’). Sorpreso e spaventato dalla grandissima prova dei giallorossi, Allegri deve rinunciare al turnover inserendo sul terreno di gioco Dani Alves e Dybala, con i nuovi innesti la Juventus cambia un po’ il passo ma gioca i restanti 10’ con Mandzukic fortemente dolorante alla schiena e costretto a resistere per l’esaurimento dei cambi avvenuto qualche istante prima. Nonostante qualche problema i bianconeri provano a resistere ma la Roma non solo riparte con grande coraggio e caparbietà ma difende con la medesima determinazione e con tutti gli uomini a coprire ogni parte del campo. Alla Juventus non bastano neppure i 5’ di recupero per ribaltare il risultato e deve arrendersi ad una grande e strepitosa Roma che nega, almeno per questa sera, la festa ai bianconeri e si riprende il secondo posto.

L’Olimpico sorride per la splendida vittoria dei giallorossi che a -4 in classica probabilmente non riaprono il discorso scudetto ma sicuramente mettono grande pressione ai bianconeri non ancora matematicamente sicuri della conquista del titolo.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *