Sanità: Maroni, sciopero fiscale non è minaccia ma legittima difesa

roberto-maroni1Lo “Sciopero fiscale non è una minaccia e non è invito all’illegalità, è una legittima difesa, perché è giusto ridurre gli sprechi ma non continuando a colpire le regioni virtuose come Lombardia e Veneto. Faccio un esempio la Lombardia ha 10 milioni di abitanti e tremila dipendenti con cui fa tutto, mentre la Sicilia con la metà degli abitanti ha 30mila dipendenti, lì bisogna cominciare a tagliare ma il Governo non ha il coraggio di farlo”.

Lo ha spiegato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, intervenendo in diretta questa mattina su Radio24 nella trasmissione radiofonica “24 Mattino”.

“Ci sono dei meccanismi – ha aggiunto Maroni – che stiamo studiando che consentono di realizzare questo obiettivo dello sciopero fiscale senza chiamare in causa la responsabilità dei singoli cittadini, ma spero che il Governo davvero si convinca a tagliare gli sprechi. La Lombardia è l’unica Regione che non ha mai avuto bisogno di ripianare i conti nella sanità, dunque perchè tagliare ancora qui? Abbiamo calcolato che se si applicasse il modello lombardo nella spesa pubblica ci sarebbe un risparmio di 20 miliardi l’anno, questa è la strada da seguire”. (noodls)

di Redazione

foto: ultimaora.net

Scrivi