Sabaudia (un po’ in ritardo) festeggia i suoi cinquant’anni

sabaudia 1935 Il 30 agosto p.v. (ore 21:00) presso la corte del comune di Sabaudia sarà presentato il libro di Nello Ialongo “Un anno speciale. Il 50° anniversario di Sabaudia” nell’ambito delle manifestazioni estive allestite nella cittadina pontina.

In realtà Sabaudia fu realizzata subito dopo la bonifica delle paludi, in soli 253 giorni, tra il 5 agosto 1933 e il 15 aprile 1934, cioè poco più di cinquantuno anni fa. L’evento, tuttavia, non è di poco conto in quanto, pur realizzata per volontà del regime fascista, l’architettura razionalistica di Sabaudia s’integra pienamente nell’ecosistema locale, tanto da stupire lo stesso Pasolini, quando girò un documentario sulla forma delle città antiche e moderne.

Di estremo interesse scientifico, infatti, è il sistema delle aree protette del Parco Nazionale del Circeo, all’interno del quale la cittadina è situata e, soprattutto, le zone umide (dichiarate Riserva mondiale della biosfera) e le ultime parti dell’antica selva di Terracina, visitabili mediante un sistema coerente di percorsi guidati. All’interno del parco vi è anche un piccolo museo scientifico dedicato allo studioso Marcello Zei (Museo del mare e della costa) scomparso nel 2000.

La convivenza con il Parco Nazionale, è comunque sempre stato il problema quotidiano delle amministrazioni di Sabaudia. Dopo un periodo (anni ’60) d’interventi sostanzialmente aggressivi, quali il ponte sul Lago di Paola, intitolato a Giovanni XXIII, ora le autorità locali si sono impegnate soprattutto nella protezione dell’ambiente. In tale ottica, sono state interdette le gare di motonautica all’interno del lago e la pesca lacustre è stata limitata all’allevamento ittico e dei mitili. Il parcheggio selvaggio dei mesi estivi sulla litoranea è regolamentato con sosta a pagamento; infine, è stata ripristinata la duna sabbiosa tra il Lago di Caprolace e il Mar Tirreno, chiudendo al traffico il tratto di litoranea ivi compreso.

Data la modernità dei suoi edifici, l’unico monumento storico di Sabaudia è il santuario medievale di Santa Maria della Sorresca, risalente al VI secolo, che sorge in una suggestiva posizione proprio sulle romantiche acque del Lago di Paola. Chiaramente, durante i mesi estivi, Sabaudia diventa una delle principali attrazioni turistiche per la bellezza delle sue spiagge sabbiose, ove è possibile incontrare i VIP dello spettacolo, che l’hanno eletta come una delle località preferite. Ma anche questo fa spettacolo!

di Federico Bardanzellu

Sabaudia nel 1935.

foto: it.wikipedia.org

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *