Riparte la Serie A con il positivo ausilio del VAR

IMG_7478Juventus-Cagliari è la gara di apertura della nuova stagione calcistica del campionato di Serie A, gara in cui fa il suo esordio il VAR utilizzato per la prima volta in Italia con grande successo (in occasione del calcio di rigore concesso al Cagliari). Buona la prima anche per la compagine di Sarri che batte il neopromosso Hellas Verona con un sonoro 3-1.

Juventus 3-0 Cagliari: Primo tempo

La Juventus riparte dal Cagliari e lo fa portandosi in vantaggio con un bel gol di Mandzukic dopo 12’. La squadra di Rastelli è comunque ben organizzata e non lascia molti spazi anche se i bianconeri spingono con maggior foga trascinati dal solito Dybala. Il match è vivace con entrambe le formazioni pronte alla ripartenza, la Juventus fa vedere qualcosa in più soprattutto tra centrocampo e attacco con Pjanic e Dybala che pur non creando molto cercano il tocco vincente. Il Cagliari però non è arrendevole e fa la sua partita portandosi vicino al pareggio (35’) con Farias e Faragò lasciati liberi di tirare. La Juventus non riesce a sovrastare l’avversario e dopo la Supercoppa italiana persa contro la Lazio mostra ancora grandi difficoltà in difesa e nell’approccio del match. Al 36’ i giocatori del Cagliari protestano per un contrasto in area tra Alex Sandro e Cop, inizialmente Maresca non concede il penalty ma dopo l’uso del VAR, è la prima volta in Serie A, la visualizzazione delle immagini non lascia dubbi è calcio di rigore. Dal dischetto Farias (38’) prova a superare il portiere bianconero ma Buffon neutralizza il tiro, non particolarmente preciso, salvando il vantaggio. Un pareggio sventato che dà energie nuove alla Juventus nuovamente in gol (2-0) con Dybala al 46’.

Secondo tempo

Dybala è inarrestabile e appena rientrato sul terreno di gioco coglie la traversa. La Juventus non è al meglio ma il numero 10 si supera e dà spettacolo mantenendo vivo il match. Il Cagliari dopo il secondo gol subito fatica a risalire consentendo ai bianconeri la gestione del vantaggio. La squadra di Allegri continua a mostrare qualcosina in più e anche Higuain, non al meglio della condizione, va in gol (66’) con un bel tiro che di fatto chiude le ostilità. Dopo il primo tempo, sicuramente più divertente e combattuto, la squadra di Rastelli nella ripresa perde un po’ di grinta lasciando maggiori spazi si bianconeri che, pur non giocando una delle migliori partite, si aggiudicano la prima sfida della nuova stagione con un netto 3-0.

Ad aggiudicarsi il secondo anticipo della giornata è il Napoli di Sarri

IMG_7477L’Hellas Verona, neopromosso nella massima serie, affronta il Napoli di Sarri in un match con il risultato scontato. I partenopei, infatti, fanno la partita senza particolari difficoltà anche se i padroni di casa si accendono in qualche frangente del match. Un po’ a sorpresa il risultato si sblocca (31’) con un clamoroso quanto sfortunato autogol di Souprayen sul quale sbatte il pallone che termina direttamente in porta. Il Napoli vuole comunque legittimare il vantaggio e continua ad attaccare raddoppiando con Milik poco dopo, 39’, con una splendida azione tutta in velocità. La prima frazione di gioco termina con il Napoli meritatamente in vantaggio (2-0).

Secondo tempo

Nella ripresa l’Hellas Verona gioca con maggior grinta e prima Cerci poi Verde impegnano Reina dimostrando che la partita è ancora aperta. Tuttavia neppure il tris di Ghoulam (61’) ferma il Napoli che non solo gestisce con autorevolezza in vantaggio ma continua a regalare giocate di qualità e occasioni da gol. Solo nel finale (82’) i padroni di casa accorciano le distanze con un calcio di rigore ben calciato da Pazzini ma non basta, il Napoli vince 3-1.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *