Quotidiani britannici: tre notizie assurde

Quotidiani britannici. È bella l’estate: è leggerezza e relax, viaggi e spensieratezza, letture divertenti e appassionanti, incluse quelle dei quotidiani. Perché d’estate anche i giornali alleggeriscono i loro contenuti e riempiono le pagine di gossip, racconti di cronaca a lieto fine, notizie leggere.

Così, immaginandovi a leggere Inlibertà sotto l’ombrellone, sdraiati su di un prato, o seduti su di una panchina di fronte alle montagne, ecco una selezione delle tre migliori notizie reperite sui quotidiani britannici.

Al terzo posto

“Suocera imbocca genero ubriaco fradicio al suo matrimonio”.

Certo, un po’ stupisce che una notizia così abbia fatto “notizia” ma tant’è: la foto di una signora bionda che imbocca un tipo in abito da cerimonia con gli occhi semichiusi ha spopolato ed i commentatori si sono spesi in lodi per l’amorevole suocera. Anche i britannici hanno un’etica della sbronza: va bene ubriacarsi fino a morire, ma al proprio matrimonio sarebbe opportuno non perdere conoscenza. Eppure lo fanno: nel commentare la notizia, una donna raccontava che la prima notte di nozze il marito era talmente ubriaco che è scivolato nella doccia, ha rotto il vetro, si è ferito e si è addormentato senza riuscire a consumare il matrimonio. E aveva anche perso la fede nunziale. E la moglie aveva trovato tutto questo estremamente divertente. Saranno proprio una bella coppia!

Al secondo posto nei quotidiani britannici, la storia di un genio

“Ragazzo britannico rischia di morire per un’erezione durata 15 giorni”. 

Adam, nome di fantasia, una sera esce ed incontra un tizio. Facciamo sesso? Gli chiede quello. Ma certo! Risponde Adam. Senti, gli dice quello, però famolo forte: che ne dici se ti faccio un’iniezione proprio lì, per farlo durare a lungo? Ma ho già preso il Viagra, risponde Adam. Meglio, dice quello. Ora, perchè mai non fidarsi di uno appena conosciuto che ti propone un’iniezione in una delle parti più delicate del corpo? Aveva detto di essere un infermiere, c’era da stare tranquilli. 

Adam accetta e fa del sesso stupendo. Come promesso dall’infermiere, la prestazione è eccellente, tanto eccellente che Adam potrebbe continuare ancora, ancora e ancora. Per giorni. Perchè lì è rimasto tutto “in tiro”. Ma Adam non si preoccupa di un simile dettaglio, ha un volo per Berlino, deve partecipare ad un rave. Così fascia il suo sgallettante “amico” in un panno freddo e parte. E sta via due giorni e quando torna è ancora tutto… in piedi. 

Aspetta ancora diversi giorni prima di andare al pronto soccorso a chiedere aiuto. I medici fanno l’impossibile ma quel coso è davvero un osso duro, non ne vuole sapere di ammorbidirsi. Adam rischia l’amputazione del suo bene più caro. Per fortuna tutto è bene quel che finisce bene e, alla fine, l’affare si è sgonfiato, letteralmente. 

Adam dice di aver imparato la lezione e che, in futuro, diffiderà di chiunque gli proponga… penose iniezioni.

Al primo posto lei, the winner

“Non resiste ad un attacco di diarrea e se la fa addosso. In chiesa. Vestita da sposa. Nel giorno del suo matrimonio”.

La sposa in questione voleva essere perfetta per il gran giorno e, per mantenere la linea, pare avesse assunto numerose bibite detox, che fanno tanto bene alla salute e depurano. 

In effetti hanno funzionato, solo che il momento della “depurazione” è sopraggiunto poco prima del fatidico “sì”. 

Le smorfie della sposa avevano insospettito gli invitati ed un certo odore, poco gradevole, era giunto alle narici dello sposo, in piedi accanto alla meravigliosa donna in bianco, ma nessuno poteva sospettare quel che stava accadendo ed è accaduto quando, con un grido di disperazione e liberazione insieme, la sposa si è… lasciata andare.

Per rendere le cose ancora più complicate, la cerimonia si svolgeva in una isolata località di campagna e non c’era altro che un bagno chimico portato lì giusto così, non si sa mai. 

Le zelanti damigelle della sposa non avrebbero mai pensato di dovere risolvere un problema di questo tipo ma ce l’hanno messa tutta per rimediare all’irrimediabile. 

Dopo un’ora dalla fuga in lacrime, la sposa è riapparsa, depurata e ripulita, e la cerimonia è proseguita come se niente fosse. 

Perchè, in fondo, le cose basta prenderle con leggerezza, come se fosse sempre estate.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.