Quote latte, Lega Nord perquisita a Milano e Torino

lega-bossi-maroni-calderoli-fotogramma_672Se nelle scorse settimane, in ordine all’inchiesta per bancarotta e corruzione condotta dalla procura di Milano sulla presunta irregolarità delle quote latte, erano stati interrogati, tra gli altri, Renzo Bossi, Giancarlo Galan e Luca Zaia, ora le Fiamme Gialle, su ordinanza del pm di Milano Maurizio Ascione, hanno perquisito le sedi della Lega Nord in via Bellerio a Milano e in via Poggio a Torino, e sequestrato materiale cartaceo e informatico. L’operazione ha avuto luogo nel pomeriggio di martedì ed è durata fino a tarda notte. Il tutto è in riferimento al crac della cooperativa milanese “La Lombarda”, travolta da un buco di ottanta milioni di euro. Gli inquirenti stanno lavorando – oltre alla bancarotta – su ipotesi di corruzione tramite versamenti di tangenti a funzionari pubblichi che, grazie ad interventi legislativi programmatici e mirati, avrebbero consentito agli agricoltori una dilazione sulla data di pagamento delle cosiddette quote latte all’Unione europea.

Presenti alla perquisizione della sede milanese della Lega anche Roberto Calderoli, Umberto Bossi, Roberto Cota e il segretario Maroni. Proprio quest’ultimo si è detto «meravigliato» dei sospetti nutriti nei confronti del partito nordista: «L’inchiesta riguarda una società che non c’entra niente con la Lega, non hanno trovato nulla e noi abbiamo dato totale collaborazione». Risponde quindi alle accuse mosse in merito all’opposizione di questioni di immunità parlamentari per impedire alla Guardia di Finanza di completare le operazioni: «Non è vero, come ha scritto qualcuno, che abbiamo opposto questioni di immunità perché la Lega non c’entra».

Contestualmente all’intervento delle Fiamme Gialle, il pm Maurizio Ascione ha poi ascoltato la segretaria amministrativa della sede in via Bellerio, Daniela Cantamessa, e la segretaria della sede torinese, Loredana Zola. Le due donne sono state sottoposte anche alla perquisizione dell’abitazione personale.

di Andrea Capati

foto: infosannio.wordpress.com

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.