Play metro: a Roma le scale della metro diventano un pianoforte

10945568_452807691537641_8938365978232418069_nSu e giù per le scale della metropolitana di Roma a ritmo di musica. Nella fermata della metropolitana “Repubblica” di Roma la scalinata interna è stata trasformata in un pianoforte.

È l’iniziativa che fa parte di Periferica, un festival che vuole irrompere nella scena artistica con opere ed installazioni multimediali e interattive. Il festival durerà fino al 21 febbraio ed è curato da Fusolart, un collettivo nato all’interno del Fusolab 2.0 che tramite le nuove tecnologie e l’ibridazione di linguaggi espressivi vuole connettere l’uomo con l’ambiente circostante.

Si tratta di un team di ingegneri, architetti e sociologi che hanno al centro del loro agire la rivalutazione degli spazi pubblici e delle comunità locali tramite la ricerca e la sperimentazione che esplora la fusione e il mix tra strumenti tecnologici, reti di connessioni e arte.

L’iniziativa è nata in collaborazione con Roma Capitale, l’Assessorato alla Cultura, Creatività, Promozione Artistica e Turismo, il Dipartimento Cultura – Servizio Spettacoli ed Eventi, e con Atac, impegnata a portare l’arte nella rete del trasporto pubblico romano.

Ormai da mesi l’azienda del trasporto pubblico ha iniziato una collaborazione con diverse realtà artistiche cittadine per promozionare la fruizione dell’arte nelle infrastrutture del trasporto pubblico. A inizio maggio, ad esempio, alla stazione metro Spagna sono stati “svelati” gli affreschi di street art realizzati in due notti da 6 artisti francesi di fama internazionale e conosciuti con i loro tag: C215, Alexone, Epsilonpoint, Popay, Seth, Philippe Baudelocque. I francesi hanno realizzato 14 opere, fra le quali una che raffigura Papa Francesco.

playmetroA giugno, invece, quattro artisti italiani – Lucamaleonte, Andreco, Tellas, Eron – e la guest star argentina JAZ hanno arricchito Spagna con le loro opere, utilizzando vari materiali e bombolette spray, e coprendo parte della rimanente superficie muraria della stazione. A metà luglio, infine, si è svolto a Spagna l´ultimo intervento di Gaia, artista italo-americano di fama internazionale attivo soprattutto a Brooklyn e Baltimora. Alla stazione Rebibbia della metro B, infine, il recente intervento del fumettista Zerocalcare contribuisce alla riqualificazione della stazione con un´opera di circa 40 metri quadri.

E ora il pianoforte realizzato mediante l’applicazione di particolari adesivi che renderanno ogni gradino un tasto dello strumento, che tutti possono quindi suonare salendo semplicemente le scale, come era successo nella stazione Odenplan della metropolitana di Stoccolma, dove Volkswagen ha aiutato a incentivare le persone al movimento, preferendo i gradini alle scale mobili. Anche Milano, nel 2010, ha avuto la sua scala- pianoforte, installata nella fermata Duomo.

Il festival Periferica vuole costruire nuove visioni e narrazioni collettive della realtà urbana mixando media tradizionali e strumenti collaborativi ed interattivi che favoriscano l’interconnessione tra il territorio e la Rete.

L’Arte Interattiva è una forma d’espressione artistica che comunica senso unicamente in presenza di partecipazione attiva del pubblico. Nelle frenetiche corse quotidiane all’interno della metropoli, il cittadino diventa protagonista e può per un secondo staccare la spina.

di Arianna Orlando

Articolo che potrebbe interessarti: Le 10 metropolitane più belle del mondo 

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *