Pitti Uomo 95: trent’anni del gruppo e l’effetto Surprise Box

Parte l’anno nuovo e Firenze puntualmente, apre le porte al fashion.

Inizia con Pitti Uomo, il famoso salone di moda e lifestyle che giungendo alla 95esima edizione, prontamente occupa padiglioni e spazi espositivi costruiti ad hoc, proprio all’interno della Fortezza da Basso, noto polo fieristico-congressuale fiorentino.

In scena dal 8 al 11 gennaio, il PU95è una quattro giorni dagli effetti collaterali che in alcuni casi, esce anche dalla fortezza, e con mostre e presentazioni, coinvolge piazze, musei e palazzi storici del centro città. A seguire sarà la volta di Pitti Immagine Bimbo, Pitti Immagine Filati e Pitti Immagine Casa, tutti saloni del mitico gruppo dalla P maiuscola, sempre classica ed elegante.

Un compleanno da festeggiare, e un tema ben preciso guida in particolare la kermesse: i trent’anni di Pitti Immagineche con il menswear apre i battenti nel 1989, e il concetto di sorpresa, promessa che accompagna tutte le exhibition lines, tratteggiate all’interno della struttura. La manifestazione, infatti, è picchettata da simpatiche scatole, dove The Fashion Mailbox ha il compito iniziale di far spegnere le candeline al Pitti Immagine, e con una mostra di francobolli, iniziativa che racconta il rapporto tra la moda e le amministrazioni postali di tutto il mondo, Italo Lupi, architetto visionario, creativo di allestimenti e design, coglie l’occasione e pensa a un francobollo speciale, emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico e ideato appunto per i trent’anni del gruppo.

E poi c’è la sorpresa, tema principale di Pitti Uomo 95. The Pitti Box, la scatola magica che costeggiando il Cortile del Medici, è tutto un mondo da scoprire: un percorso straordinario in-and-out of the boxcon l’invito a fare dell’effetto sorpresa il nostro pane quotidiano per il futuro. Un invito che, diventando multisensoriale è anche esteso al pubblico (addetti ai lavori e non) con la speranza che possa essere creativo e geniale, sempre.

Leitmotiv dei 1230 brand totali, quasi la metà internazionali. Protagonisti, che sfruttando la super vetrina del PU95, famosa in tutto il mondo per street style e anticipazione sui trend, all’interno degli immensi spazi espositivi, annunciano idee e progetti concreti. Il tutto con doveroso anticipo, rispettando ovviamente le ristrette tempistiche modaiole.

Dal luxury street style,al dressing down che attinge lievemente dal grunge anni 90 e diventa intelligente, dietro il twist contemporaneo rubato al mondo dello sport, soprattutto se praticato all’aria aperta. All’interno della struttura medievale, Futuro Maschile, L’Altro Uomo, Touch! sono solo alcuni dei padiglioni, contenitori di stand, persone, prodotti e creatività, ove dunque è possibile toccare con mano la moda che verrà: quella dedicata all’Autunno/Inverno 2019-20.

Mentre dietro la sezione IPlay, che per i social media diventa anche un dinamico hashtag, le anteprime di Kappa, Champion, Colmar, Lotto, alcune splendide selezioni da visitare.

foto copertina: style.corriere.it

foto centrale: lanazione.it

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.