Luoghi e Canzoni: Puglia – Venite a ballare!

La Puglia è straordinaria, e non si possono raccontare in un breve articolo le ricchezze di questa regione: la natura variegata, la storia antichissima, le affascinanti tradizioni, la profonda spiritualità e la insuperabile gastronomia. Bisogna andare a visitarla!

Un invito – insolito ed originale – arriva da questa canzone di Michele Salvemini (in arte Caparezza), tratta dal suo Album “Le dimensioni del mio caos” del 2008. 

Un vero “manifesto” della regione Puglia, anche se presentato affrontando la tematica dura e scottante dei caduti sul lavoro – le cosiddette “morti bianche” – che hanno troppe volte portato alla ribalta la splendida Regione (c’è un delicato – ma percettibile – riferimento a un grave incidente avvenuto a Molfetta, città natale dell’artista).

L’opera musicale presenta il lato triste della Puglia, con marcati riferimenti ai fenomeni dell’attualità (ad esempio gli incendi nel Gargano del 2007, l’inquinamento ambientale della città di Taranto, sede dell’area industriale più grande d’Italia con l’Ilva, e lo sfruttamento degli extracomunitari nei campi) e con una forte connotazione provocatoria. 

Già il titolo del brano, infatti, sebbene appaia come uno spensierato e “giocoso” invito a recarsi in questa magica terra del Sud (quasi uno spot turistico), nella realtà vuole essere un disperato grido di dolore e di protesta. 

Il termine “ballare”, per Caparezza, significa “morire”; e questo si comprende subito dalle parole dei versi introduttivi, cantati dal suo “ospite” artistico, il pugliese Al Bano:

I delfini vanno a ballare sulle spiagge,

gli elefanti vanno a ballare in cimiteri sconosciuti,

le nuvole vanno a ballare allʹorizzonte,

i treni vanno a ballare nei musei a pagamento». 

Avvolto dallo splendore dei due mari, l’Adriatico e lo Ionio, ed incantato dai balli e dai canti popolari, il turista non si accorge del “demonio” che uccide la gente di questo lembo d’Italia, quella gente che comunque fa festa e lo accoglie con il proprio calore unico, e che lo rassicura dicendo “non ti rovineremo la gita”.

(Vieni a ballare in Puglia, Michele Salvemini (Caparezza), 2008, Album “Le dimensioni del mio caos”, SM Publishing Srl – Sunny Cola Srl)

Fonte foto: thepasswordunito.com

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.