Luci di Natale a Londra

 

A tutti coloro che visitano Londra per la seconda o terza volta, suggerisco sempre se non di evitare, almeno di non trascorrere troppo tempo tra Oxford Street, Piccadilly Circus, Leicester Square e Covent Garden: lo so, sono le famosissime aree dello shopping ma Londra è anche molto, molto altro. Usualmente, quando amici arrivano in visita, evito di essere tanto dispotica da dire “a Covent Garden non ci si va” ma mi limito ad indicare la strada e a dar loro appuntamento dopo il giro. 

C’è, però, un periodo dell’anno dove è obbligatorio passeggiare per il centro: troverete una ressa pazzesca, i marciapiedi saranno così affollati che starete in coda in un immenso serpentone umano, faticherete ad attraversare la strada ma dovrete essere lì, nelle strade dello shopping incredibilmente illuminate dalle luci di Natale.

Tutte le Capitali si accendono di luci per le feste ma in una città come Londra, che inizia i preparativi per Natale a metà settembre, l’atmosfera è davvero speciale. Qui gli addobbi sono cosa seria, tanto per le strade quanto nelle vetrine dei negozi. Soffermatevi ad osservare quelle di Selfridge, ad esempio: quest’anno omaggiano il Natale celebrando la musica.

E sempre la musica è raccontata dagli addobbi di Carnaby Street. La strada è famosa per le originali decorazioni natalizie: l’anno scorso si passeggiava sotto enormi pappagalli verdi e gialli, e sotto festoni di paillette glitterati, omaggio al carnevale brasiliano (no, non chiedetemi perchè). Quest’anno Carnaby Street dedica i suoi addobbi ai Queen ed archi luminosi con le frasi delle loro canzoni riempiono il cielo.

Ma qui siamo anche alle porte di Soho e la risata di Babbo Natale non poteva che risuonare, colorata di rosso, come SO HO HO HO.

Come l’anno scorso, su Oxford Street pendono migliaia di sfere dorate ed argentee, brillanti e di varie dimensioni: è la neve, che dovrebbe cadere a Natale ma che a Londra, in questo periodo, non si va vedere da anni, rappresentata da ben 1778 palle di Natale.

Se Oxford Street è addobbata in maniera tradizionale, Christopher’s Place, vicoletto su lato nord della strada, celebra il Natale con estrema originalità. L’ingresso del vicolo è sormontato da una donna argentata che, sulle braccia, tese verso l’alto, sorregge una sfera; addentrandosi nella stradina, su enormi palle di Natale bianche ed argento, danzano ballerine vestite di luci (e ancora una volta no, non chiedetemi il perchè).

Regent Street è, come sempre, attraversata da angeli di luce bianca che accompagnano chi cammina fino a Piccadilly Circus.

Una volta tanto, è Covent Garden a dare il meglio di sè, perchè se i rami di vischio che pendono dai soffitti del mercato coperto sono così grandi da incutere un certo timore, l’immenso albero che adorna la piazza, rilucente di blu e rosso, è veramente meraviglioso.

E allora, per una volta, passeggiate nelle strade dello shopping ma senza fare compere, solo tenendovi per mano guardando in alto, ammirando angeli e palle di Natale, leggendo i Queen, baciandovi sotto un vischio gigante e abbracciandovi davanti ad un abete immenso. 

Perchè il Natale dovrebbe essere questo: colore, luce, allegria e tanto amore.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.