L’auto a noleggio: un vero successo

L’auto a noleggio in Italia e in Europa è un vero successo.

Oggi giorno la richiesta di veicoli a noleggio è sempre in aumento, tanto da essere diventata decisiva sui veicoli immatricolati. A febbraio 2018, ma il trend è stato confermato anche a marzo e maggio 2018, il comparto del noleggio ha rappresentato più di 1/3 del totale del venduto.

Anche nel 2017, proseguendo il trend positivo del 2016, le auto immatricolate per il noleggio sono state circa 267.000.

Il noleggio auto si divide in breve e lungo termine. Quando parliamo di noleggio a breve termine facciamo riferimento ad un noleggio non più lungo di 30 giorni, generalmente. Rappresenta la macchina che si prende agli aeroporti e alle stazione ferroviarie, ma non solo.

Il noleggio a lungo termine ha una forma di durata lunga generalmente dai 3-5 anni; una volta questo noleggio era riservato esclusivamente ai possessori di partita iva o ad aziende. Da qualche anno è stato offerto anche ai privati, con formule dedicate. Il noleggio dell’auto a lungo termine sembra piacere sempre di più.

Il successo del noleggio è data dalla convenienza per l’utilizzatore che come si dice in termini dialettali “non ha pensieri”: nel canone di noleggio è compreso tutto, bollo, RC, manutenzione standard. Nello specifico oggi il mercato del noleggio offre pacchetti dedicati a tutti (o quasi), in funzione del canone mensile che il soggetto vuole pagare. Il noleggio prevede in maniera standard un limite di kilometraggio percorribile, ma pagando si può arrivare ad escludere tale limite.

Uno dei motivi del successo è, senza dubbio, la formula di pagamento tipica che tanto in Italia quanto all’estero le persone preferiscono: ovvero con le rate.

Un altro vantaggio del noleggio che molti apprezzano è costituito dal fatto che dopo l’utilizzo restituiscono il veicolo e ne hanno un altro, avendo così sempre a disposizione un veicolo nuovo.

La possibilità di cambiare il veicolo dopo averlo utilizzato a pieno, mette al riparo l’utilizzatore dal rischio di rimanere in possesso di un veicolo che dopo pochi anni verrà probabilmente bloccato per ragioni legate alle emissioni.

Il grande successo ha spinto molti piccoli imprenditori a buttarsi nel settore dell’autonoleggio, cominciando a creare flotte di qualche centinaio di veicoli a disposizione con offerte a volte più vantaggiose per i clienti.

Un grosso rischio in capo alle società di noleggio è la gestione del veicolo rientrante dal noleggio e da dover reimmettere sul mercato, che rimane un costo da affrontare non indifferente.

L’utilizzo al noleggio delle auto e veicoli commerciali leggeri (furgoni fino a 3,5 tonnellate) è cresciuto anche perché ormai anche tutta la pubblica amministrazione da anni, ma principalmente dal secondo semestre 2017, preferisce disporre di veicoli proporzionati alle proprie esigenze, delegando una parte della gestione della propria flotta alle società di noleggio.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.