Ciclo e Turismo: la Puglia e la Basilicata da visitare in bici

copertina1Si… siamo a febbraio, ma le giornate iniziano ad allungarsi, la primavera non è poi così distante e la voglia di evadere dal lavoro e dallo stress quotidiano inizia a farci balenare in mente l’idea delle vacanze.

Tramite questi articoli vogliamo farti scoprire un’Italia da visitare, magari in primavera, o  in estate, per rilassarsi e godersi il paesaggio potendo praticare anche un po’ di cicloturismo.

In questo ipotetico percorso che unisce tutto il bel paese vogliamo partire dalla Puglia, dal Salento, che nel sud del tacco dello stivale italico, ci ammalia con la sua storia formata dall’intreccio di più culture del passato.

La penisola salentina ha il privilegio di essere bagnata dall’Adriatico e dallo Ionio, con un clima caldo che la rende perfetta per l’estate, per andare al mare tuffandosi sulle rive di spiagge e scogliere bellissime.

Il territorio offre anche altro: nella parte settentrionale,la zona delle basse Murge, distese di ulivi secolari regalano gradevole ombra sui pendii delle dolci colline, mentre scendendo verso sud la pianura si allarga fino a sfociare nel mare. I castelli, le torri, i palazzi, i monumenti, sono frutto dell’intreccio secolare di popoli Greci, Bizantini,Borboni, Spagnoli, che hanno lasciato al Salento una pluralità di storica con opere barocche magnifiche. Per chi volesse viaggiare alla scoperta di Lecce, Vieste, Peschici, Gallipoli, Porto Cesareo, Santa Maria di Leuca, Castro o la pineta di Porto Selvaggio con la bicicletta, per meglio godersi il paesaggio, potrà farlo con tutta la facilità e la rilassatezza che una vacanza richiede.

Il territorio salentino per sua natura offre pianure e dolci colline che non affaticheranno le gambe del turista. Più di 200 km che si intrecciano tra paesi più o meno piccoli, dove di tanto in tanto ci si può tuffare in acqua o fermarsi a degustare le specialità pugliesi. I percorsi ciclistici si sviluppano soprattutto lungo le coste, dove frequenti cartelli stradali indicano chiaramente la via a chi pedala, trovando con semplicità le indicazioni per i sentieri che si dirigono alla scoperta dell’entroterra pugliese.

Luoghi consigliati: Punta Palascia, è la zona d’incontro tra l’Adriatico e lo Ionio, dove un grande faro è mirabile dalla scogliera a cui si accede tramite un sentiero in terra battuta immerso nella natura; le coste dell’Albania distano solo 70 km e sono visibili dalla cima della collina.

puglia e basilicata1Dal Salento ci spostiamo ad ovest e, abbandonato il Salento, entriamo in Basilicata. Il territorio cambia e si presenta quasi in maniera opposta. La pianura del Metaponto bacia le coste a sud della regione, dove lo Ionio ed il Tirreno baciano la costa, unico punto di pianura della regione.

L’appennino lucano ricopre la maggior parte del territorio rendendo il clima della regione vario, con la possibilità di abbronzarsi sulle calde spiagge ora sabbiose, ora rocciose, potendosi però spostare facilmente al fresco dell’entroterra che, con altezze spesso superiori ai 700 metri sul livello del mare, offre la possibilità di effettuare salutari escursioni montane e collinari. La Basilicata fa registrare presenze dell’uomo sin dal paleolitico, per poi raccogliere i frutti del passaggio dei Greci, dei Bizantini, dei Romani, dei Longobardi,dei Saraceni fino ai Borboni, che nel corso dei secoli hanno edificato e impregnato la Basilicata di costruzioni e monumenti unici nel mondo.

Il turismo cicloturistico lucano è ben sviluppato e permette percorsi adatti a tutte le esigenze e capacità. Per i meno esperti la pianura ovviamente permette di viaggiare in facilità senza rinunciare alle bellezze del paesaggio, mentre per i più esperti e rodati il territorio montano-collinare offre terreno di escursione sia per la bici da strada sia per la mountain bike. Le strutture ricettive offrono l’accoglienza adatta ai ciclisti che, abbandonata la spiaggia, possono inoltrarsi tra i boschi e le vette tramite sentieri poco trafficati, per immergersi in un paesaggio spesso lontano dai rumori caotici del traffico.

puglia e basilicata2Ovviamente la montagna richiede più sacrificio fisico, che sarà ampiamente ripagato dal godimento dato dalla visione del panorama lucano.

Luoghi da visitare: Matera, che presenta antichissimi segni di insediamento umano nei suoi famosi Sassi, vere e proprie case costruite dentro la roccia che caratterizza la parte più antica della città. Matera fu la prima grande città italiana ad insorgere contro il nazi-fascismo e nel 2019 sarà la città Capitale europea della cultura. Nel 1993 la città è stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell’UNESCO proprio per la bellezza e l’unicità dei Sassi.

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.