Carabinieri: arrivano 700 auto nuove tra Fiat e Opel

nuova-auto-carabinieri2Per i Carabinieri in arrivo nuove auto per svolgere i compiti di tutela e controllo del territorio.

Dal mese di gennaio di quest’anno, l’Arma ha cominciato un programma di rinnovamento del proprio parco auto, adoperando un criterio di efficienza e risparmio, volto ad eliminare tutti quei veicoli con più di dieci anni e con alle spalle migliaia di km di uso intenso.

Il programma in corso di attuazione porta ad una prima riduzione del mantenimento dei veicoli, infatti questi nuovi 700 veicoli sono presi con la formula del noleggio lungo termine, con contratto di sei anni, durata utile del bene operativo. La scelta del noleggio a lungo termine è volta a mitigare l’impatto che ha sul reparto motorizzazione dell’Arma dei Carabinieri, la gestione di un bene mobile come l’autovettura operativa, dal suo acquisto, mantenimento fino alla sue demolizione sotto forma di asta pubblica per rottamarla.

I vertici dell’Arma in diverse occasione avevano accennato all’ipotesi di noleggio dei veicoli, ricordiamo durante la presentazione della Renault Clio nel 2015/2016, prima utilitaria francese ad indossare in un numero ampio la divisa dei Carabinieri, ed anche alla presentazione delle Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Verde donate dal gruppo FCA.

Quali saranno le 700 auto nuove?

Un primo lotto si compone di 100 veicoli fuoristrada Opel Mokka X allestimento Advance, con motore diesel 1.6 cdti ecotec, con potenza di 136 CV, abbinati alla trazione 4×4; un secondo lotto prevede il noleggio di 100 Fiat Punto 5 porte con allestimento Street, con motore 1.2 benzina da 69 CV; il terzo lotto più sostanzioso prevede il noleggio di 500 Fiat Tipo 5 porte, allestimento EASY, con motore diesel 1.3 MJT con potenza di 95 CV. Per quanto riguarda le autovetture del primo lotto non sappiamo a quale uso verranno destinate, se cioè a compiti di rappresentanza o altro, invece le Fiat Tipo e le Fiat Punto dovrebbero essere allestite per Tenenze e Stazioni, quindi una divisa completa di colore blu, con scritte rosse e lampeggianti.

Questo è un primo passo verso un graduale ammodernamento e ampliamento delle auto in dotazione al corpo dei Carabinieri.

La decisione di mettere le nuove vetture a disposizione dei Carabinieri è volta a garantire loro la piena disponibilità di mezzi nuovi e sicuri, per garantire al meglio un controllo capillare su tutto il territorio nazionale, visto anche il quadro internazionale sempre più caratterizzato da eventi criminosi e terroristici.

Presto potremmo comunicarvi altre sorprese.

di Giorgio Chiatti

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *