Buona la prima per le milanesi, Lazio fermata dalla Spal

interSe da un lato Inter e Milan gioiscono per i tre punti, dall’altro la Lazio recrimina per una gara dominata ma sprecata contro la Spal che ottiene il primo storico punto nella massima serie dopo 49 anni di assenza. Altra storica partita è quella che vede la Sampdoria contrapposta al Benevento per la prima volta in Serie A.

Inter 3–0 Fiorentina

Parte subito forte la nuova Inter targata Spalletti. L’ex tecnico giallorosso gioisce per il successo dei suoi ma ammette che c’è ancora molto da fare per rendere il gioco dei nerazzurri davvero accattivante e pericoloso. Migliorie a parte l’Inter mostra già carattere con un buon possesso palla e in 15’ ipoteca la vittoria del match con le reti messe a segno da Icardi (6’-15’) la prima su calcio di rigore, la seconda con un guizzo fulmineo che sorprende difesa e portiere. L’opposizione della Fiorentina non è letale, la squadra di Pioli deve lavorare molto per i ritrovare i meccanismi di un tempo e alla squadra di Spalletti viene tutto abbastanza semplice. A chiudere la partita è il gol di Perisic (79’). Se la Fiorentina deve ancora dimostrare il suo potenziale, l’Inter di mister Spalletti inizia davvero bene con un netto e meritato 3-0.

Crotone 0–3 Milan                                               

milanAnche il Milan inizia bene la nuova avventura nel campionato di Serie A rifilando un sonoro 3-0 al Crotone. La squadra di Montella mette fine alle ostilità in 23’: il Crotone un po’ come nella precedente stagione mostra buoni spunti di osservazione e carattere da vendere ma a complicare e indirizzare immediatamente il match è il rigore assegnato al 6’ al Milan, per la trattenuta in area di Ceccherini su Cutrone. L’arbitro fischia immediatamente per l’assegnazione del calcio di rigore ma estrae esclusivamente il cartellino giallo per il fallo, solo successivamente ricorrendo al VAR il direttore di gara decide di rivedere l’azione e cambia colore del cartellino decretando l’espulsione che lascia il Crotone in 10. Ad incaricarsi del tiro dal dischetto è Kessie e i rossoneri dopo appena sei minuti sono in vantaggio. Questo è solo l’inizio, con l’uomo in più, la squadra di Montella intensifica l’attacco e al 13’ Crutone raddoppia anticipando tutti. Altri 10 minuti bastano al Milan per porre fine al match con il tris firmato da Suso. Crotone un po’ sfortunato in questo esordio ma il Milan legittima vantaggio e vittoria.

Lazio 0–0 Spal

lazio.pgDopo la vittoria sulla Juventus in occasione della Supercoppa italiana, la Lazio si ferma con un inaspettato pareggio a reti inviolate contro la Spal promossa nella massima serie dopo una attesa di 49 anni. La squadra di Inzaghi domina il match ma neppure i suoi uomini di punta, Immobile e Milinkovic-Savic, sbloccano il risultato anzi ad avere l’occasione più pericolosa è proprio la Spal con un clamoroso palo di Viviani. La Lazio risponde con grinta e determinazione ma la Spal non concede nulla, difende bene e crea occasioni interessanti. Il match è vivace sino al fischio finale ma termina con un pareggio (0-0) che regala solo un punto ad entrambe le formazioni.

Sampdoria 2–1 Benevento

Altra bella sorpresa di questo campionato è il Benevento per la prima volta nella sua storia in Serie A (dopo il salto nella serie cadetta, per la prima volta, la scorsa stagione il Benevento approda nella massima serie dopo una attesa di 88 anni, dopo aver battuto il carpi nella finale di ritorno dei playoff). La cenerentola del campionato mette subito in difficoltà la Sampdoria segnando il gol che sblocca il risultato con Ciciretti al 15’. Un gol che galvanizza il Benevento vicino al raddoppio con Coda. Dopo un momento di smarrimento però i blucerchiati si ritrovano e iniziano a gestire il pallone con maggior lucidità sino a raddoppiare con Quagliarella (38’) che riesce a mandare in rete dopo la ribattuta di Belec sul precedente tentativo di Praet (gol convalidato dopo l’intervento del VAR per presunto fuorigioco). Il pareggio non ferma il Benevento che continua ad essere pericolose ma a porre fine alle ostilità è il raddoppio, bella doppietta per lui, di Quagliarella (54’) che consegna alla Sampdoria i primi tre punti.  

Sassuolo 0–0 Genoa

sassuoloIl match tra Sassuolo e Genoa termina 0-0. Un pareggio privo di emozioni e azioni salienti che rende il match noioso. Le squadre sono estremamente equilibrate e si annullano a vicenda.

Udinese 1–2 ChievoVerona

Vince un po’ a sorpresa il Chievo contro una Udinese un po’ spenta e poco reattiva. Il merito va comunque agli ospiti che interpretano meglio il match e si portano in vantaggio con Inglese. A nulla serve il pareggio di Thereau annullato dal raddoppio di Birsa che consegna al Chievo i primi tre punta della nuova stagione.

Bologna 1-1 Torino

bolognaAnche tra Bologna e Torino non si va oltre il pareggio dopo un match equilibrato. Ad aprire le marcature è Di Francesco (27’) per il Bologna con un bel gol che si infila all’incrocio dei pali. I festeggiamenti però durano poco perché pochi minuti dopo Ljajic (33’) riporta il risultato in parità beffando l’impreciso Mirante. Il primo tempo termina in parità e anche se nella ripresa si vedono azioni interessanti da una parte e dall’altra il risultato non cambia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Per inserire il commento devi rispondere a questa domanda: *